30 Day Writing Challenge, #19

Buon pomeriggio a tutti!

Sono giunta al diciannovesimo appuntamento col 30 Day Writing Challenge. Credevo di non riuscire a superare questo “esercizio di scrittura” e invece mancano una decina di post alla sua conclusione! Penso che mi mancherà scrivere ogni giorno qualcosa per rispondere ogni volta ai quesiti. Ma non perdiamo altro tempo…

copertina

30 Day Writing Challenge

30-day-writing-challenge

Gli obiettivi

Racconta del tuo primo amore.
Uuuhhhh, questo sì che è un tema! 😀
Il mio primo amore risale alle elementari, ma preferisco non riferirne il nome. E’ un mio compaesano, le nostre famiglie erano legate da una solida amicizia, passavamo le nostre giornate al mare quasi sempre insieme. Era un bambino dolcissimo, con un carattere amabile, uno che si sempre speso in mia difesa. L’unico, a dire il vero.
Da piccolina pensavo che la nostra amicizia sarebbe continuata e magari sfociata in qualcosa di più ma, dopo aver fatto le elementari insieme nella stessa classe, in prima media siamo stati separati, io nella sezione A, lui nella B. Questi 3 anni passati separatamente credo abbiano influito parecchio, tant’è che alle superiori, quando ci siamo ritrovati di nuovo nella stessa classe, lui non mi degnava più manco di uno sguardo. Poi, complice le amicizie diverse che ci siamo scelti nel corso degli anni, ci siamo definitivamente allontanati.

A domani!

Damy85

30 Day Writing Challenge, #18

Buona sera a tutti!

Dopo aver passato tutto il giorno al mare, eccomi pronta a pubblicare il diciottesimo post del 30 Day Writing Challenge. Cominciamo!

copertina

30 Day Writing Challenge

30-day-writing-challenge

Gli obiettivi

Scrivi 30 cose su te stessa.

Urka, e adesso dove le trovo 30 cose su me stessa? Vabbè io ci provo, può darsi però che a trenta non ci arrivi…

  1. Mi chiamo Damiana e detesto il mio nome. E non provate a dirmi che è bellissimo, vi banno da questo blog!
  2. Adoro la televisione e tutto ciò che la circonda. Il mio canale preferito è La7 e la mia trasmissione preferita è Che tempo che fa, ma se non resta Fazio a condurla dubito che continuerò a seguirla: o lui o nessuno!
  3. Amo ascoltare musica di qualunque genere, l’unico che non riesco a farmi piacere purtroppo è il jazz. 😦 Ah, e i miei cantanti preferiti sono Max Pezzali, gli Zero Assoluto e Elisa (prima che se ne andasse a far la coach dalla De Filippi, ovvio…)
  4. Amo leggere, in particolari adoro i romanzi gialli (Simenon, Markaris e Camilleri i miei preferiti) e la letteratura greca. Sono molto attaccata ai miei libri e non li presterei per niente al mondo.
  5. Da ragazzina sognavo di trasferirmi a Roma. Crescendo ho messo i piedi per terra… e ho deciso che voglio trasferirmi a Genova!
  6. Porto gli occhiali praticamente da sempre. Spero un giorno di potermene liberare perché non li ho mai sopportati.
  7. Soffro di claustrofobia, infatti non posso entrare in un ascensore o in un bagno pubblico, mi sento soffocare!
  8. Sono laureata in “Scienza della figura di merda“, nel senso che mi capita di farne ovunque e di ogni specie. Il bello è che non me ne accorgo neppure, quando le faccio… ^_^’
  9. Sono una persona essenzialmente pigra, nel senso che, se c’è qualcosa da fare e non mi va, la faccio di malavoglia.
  10. Nel giugno del 2013 ho ricevuto il più poderoso schiaffo in faccia della mia breve esistenza. E non me l’hanno dato i miei, ma il governo di Atene, chiudendo la Tv pubblica. Dall’interesse per la tragedia di Ert e dei suoi dipendenti ad interessarmi in maniera totale e incondizionata alla Grecia è stato un passo piuttosto breve, che mi ha cambiato la vita.
  11. Non sono una maniaca dell’ordine, e quando entra mia madre in camera mia a spolverare è molto facile che m’arrabbi perché non trovo più nulla. Che ci posso fare, quello è il mio ordine, e se qualcuno sposta qualcosa da dove l’ho lascata per me è la fine!
  12. Odio quelle persone che, a causa della mia malattia, mi trattano come se fossi una poveretta da compatire. Oppure, peggio ancora, quelle che additano le mie cicatrici: giuro che gli mozzerei il dito con un morso!
  13. Sono abbastanza orgogliosa da cercare di risolvere qualche mio problema senza coinvolgere nessuno. Poi però non ci riesco, e allora sono costretta a chiedere aiuto a qualcuno.
  14. Detesto le api, ho una parola folle che mi pungano! Per non parlare dei calabroni, quelli son terribili…
  15. I lavori domestici li faccio sì, ma la cosa che odio di più è spolverare: ogni volta che prendo lo spolverino in mano attacco a starnutire. Sarò forse allergica alla polvere…?
  16. Tra le fiction italiane e quelle straniere ho sempre preferito quelle italiane. L’ultima fiction che ho amato alla follia è stata Fuoriclasse.
  17. Il mio fiore preferito è la rosa, ma mi piace anche il fiore d’ibisco.
  18. Adoro i gioielli e i bijoux, ma avendo le dita troppo fini trovare degli anelli che non mi stiano larghi è un problema.
  19. Ho sempre desiderato imparare a cantare, e magari anche a suonare uno strumento, magari chitarra o pianoforte.
  20. La mia squadra preferita è il Genoa.
  21. Adoro andare in bicicletta, da ragazzina passavo ore intere a girare in bici nel parco giochi sotto casa.
  22. I miei numeri preferiti sono il 2, il 7, il 10 e il 16.
  23. Amo tutto ciò che è rosso, è il mio colore preferito da sempre.
  24. Amo il caldo, il mare e non credo che riuscirei a sopravvivere nei climi freddi.
  25. Sogno di commentare l’Eurovision Song Contest per l’Italia, ma anche per San Marino o la Svizzera italiana va bene uguale…
  26. Sogno spesso di viaggiare, in genere i miei sogni sono ambientati in un albergo o in aeroporto.
  27. A causa del mio caratteraccio risulto antipatica al 90% delle persone. Almeno credo…
  28. Qualche tempo fa ho sognato di partecipare al Rischiatutto, di portare come tema la Grecia dei colonelli, di vincere e di devolvere la vincita in beneficenza.
  29. So scrivere molto velocemente sulla tastiera, diciamo pure che la dattiloscrittura è l’unica cosa buona che ho appreso alla ragioneria.
  30. Sono allergica alle lumache, ai crostacei (gamberoni inclusi) e intollerante alle fragole.

Ho impiegato la bellezza di tre giorni per scrivere questo post e m’è costato una faticaccia. E questo potrebbe essere il trentunesimo punto.

A domani!

Damy85

30 Day Writing Challenge, #17

Buonasera a tutti e bentornati!

Per un attimo ho temuto di non riuscire a pubblicare in tempo questo post, ho dovuto costringere mio padre a liberare di corsa il Pc… Ma procediamo col diciasettesimo giorno del 30 Day Writing Challenge!

copertina

30 Day Writing Challenge

30-day-writing-challenge

Gli obiettivi

Parla del tuo segno zodiacale e se ti calza o no.

Bilancia – 23 settembre/23 ottobre

453778799

Bilancia

E’ il segno della giustizia, rappresentativo delle persone che pesano tutto alla perfezione, sempre cercando di promuovere buona volontá ed amicizia, anche se devono giungere agli estremi per farlo. Ció é messo in pratica dal loro amore per l’armonia e la bellezza, che si riflette nel raggio benefico del segno dominante del pianeta, Venere. Simpatia e comprensione sono le qualitá supreme con Venere.

La Bilancia non é mai sorda all’appello della famiglia o degli amici e spesso prende le difese anche degli estranei se ritiene che sia una causa degna.

I nati della Bilancia tendono a difendere le persone in difficoltá, anche se contro il loro piú sano giudizio. Di nuovo, ció sembra dovuto al loro bisogno di equiparare i problemi e produrre armonia. L’intuizione, a prescindere che sia giusta o meno é una forza che guida la Bilancia e spesso le permette di scoprire inganni e insinceritá.
This is me, guys. Ha descritto in pieno il mio carattere, soprattutto quando parla di giustizia, perfezione e amore per la bellezza. 😉

La Bilancia è il settimo segno dello Zodiaco… I nati della Bilancia sono i primi e i principali ad essere focalizzati sugli altri e sul modo in cui si relazionano a loro. Possiamo chiamarlo il segno della collaborazione con la “C” maiuscola, poiché queste persone non vogliono essere sole! Per una Bilancia, tutto è meglio se fatto in coppia.” Sarà per questo che, quando devo prendere una decisione importante, qualunque essa sia, chiedo sempre il parere a qualcuno?

La Bilancia è dominata dal pianeta Venere. Nell’antica mitologia romana, Venere era una seduttrice che si trovava, al meglio, tra eccessi di piacere. I Bilancia certamente portano oggi la torcia per lei. Essi sono acculturati, raffinati, e amano le cose belle. Soprattutto amano le persone affascinanti” Ecco, anch’io amo le persone affascinanti, peccato che nella mia zona siano merce assai rara. Forse è per questo che non ho ancora trovato marito… :-/ 😀

Segno-zodiacale-bilancia-586x555

Bilancia

Fonte: Oroscopo.it

Le immagini le ho cercate su Google e le ho prese qui e qui

A domani!

Damy85

30 Day Writing Challenge, #16

Buon pomeriggio afoso… e pure ventoso!

Procedo spedita con la pubblicazione del sedicesimo post, così posso andarmene al mare… ;P

copertina

30 Day Writing Challenge

30-day-writing-challenge

Gli obiettivi

Qualcosa che ti manca.

Ci pensavo giusto qualche giorno fa. Ciò che mi manca di più è la spensieratezza degli anni giovanili. Incredibile che, a 31 anni e mezzo, io abbia questi pensieri, vero? Eppure è così… Il fatto che, oltre alla scuola e a dover studiare e fare i compiti, non avessi altre responsabilità. Non sento la mancanza della scuola in sè e per sè, sia chiaro, ma del fatto che in quegli anni avessi da pensare solo a quello.
Oggi è decisamente tutto diverso. Crescendo sono arrivati il lavoro e altre incombenze, e la spensieratezza è stata sostituita dalla responsabilità, dal fatto di non dover prendere tutto sottogamba.
Mi manca anche la spensieratezza degli anni infantili, che non ho avuto a causa della malattia, e che ho ampiamente descritto anche nei post precedenti. Ci sono state sempre troppe responsabilità che mi hanno impedito sia di essere una bambina qualunque, che un’adolescente qualunque.

A domani!

Damy85

30 Day Writing Challenge, #15

Buon pomeriggio a tutti!

Ormai sono giunta a metà del Writing Challenge, finora sono riuscita ad essere sempre puntuale con la pubblicazione dei post e sono proprio contenta dei risultati che sta raggiungendo. Poi, alla fine, vi ringrazierò tutti a dovere! 😉

copertina

30 Day Writing Challenge

30-day-writing-challenge

Gli obiettivi

Descrivi una tua giornata punto per punto.
Ok questo è semplice. Diciamo che le mie giornate sono quasi tutte uguali, tranne d’estate, quando le trascorro quasi tutte al mare. Descriverò una mia giornata tipo invernale.

In genere mi sveglio sempre alle 7.30, non ho bisogno neppure della sveglia perché mi viene naturale aprire gli occhi a quell’ora. Mi alzo per fare la colazione e prendere la pastiglia della pressione, (obbligatorio guardare Sky Tg24 per le ultime notizie – non sia mai che sia scoppiata la terza guerra mondiale mentre dormivo!). Poi si va al lavoro, tranne il giovedì che accompagno mia madre al mercato e dal dottore. All’una rientro dal lavoro e si mangia, tassativamente a quell’ora perché è la stessa in cui rientra mio padre. Mezz’ora dopo, dopo aver sparecchiato e rassettato la cucina, mi rinchiudo in camera a riordinare e leggere. Dopo le tre sono di fronte al PC, in genere collegata su Twitter oppure su Goodreads ad aggiornare i miei stati di lettura o a scrivere recensioni. La sera sono io a preparare la cena in modo che sia pronta per quando rientra mio padre alle 20, con in sottofondo La7 in attesa del Tg del Magnifico Direttore (se mi seguite su Twitter sapete chi è…). La sera dopo cena in genere o la passo guardando la Tv oppure leggendo. Se il giorno devo andare in palestra alle 19.30 (mi capita due volte alla settimana) ceno direttamente al mio rientro due ore dopo.
Questa è pressapoco la mia giornata tipo.

A domani!

Damy85

30 Day Writing Challenge, #14

Buon pomeriggio a tutti!

Ormai non credo che serva sottolienare che fa caldo, siamo all’inizio della stagione estiva e quest’anno sembra promettere proprio bene! Procedo con la pubblicazione del 14esimo post, prima che il Pc si surriscaldi e inizi a protestare… 🙂

copertina

30 Day Writing Challenge

30-day-writing-challenge

Gli obiettivi

Parla del tuo film preferito, quello che non ti stancheresti mai di vedere.

Il film che amo alla follia, quello di cui conosco a memoria tutte le battute e, cio nonostante, continuo a vedere è Nuovo Cinema Paradiso.

Nuovo_cinema_Paradiso

Nuovo Cinema Paradiso

Cosa amo di quel film? Praticamente tutto! Allora, per chi non lo conoscesse (eddai, ma come fate a non conoscerlo, su!!!), la sinossi è questa, tratta dal sito Coming Soon:

Due anni dopo la fine della II Guerra Mondiale a Giancaldo, un paese siciliano, il cinema è l’unico divertimento. Davanti ad una platea chiassosa, ma anche emotiva, il “parroco-gestore” fa passare sullo schermo celebri film americani e italiani, dopo adeguati tagli di cui si occupa l’anziano Alfredo, il proiezionista, che inizia ai misteri della macchina da proiezione Salvatore, un ragazzino di dieci anni figlio di un disperso in Russia e fanatico frequentatore del cinema. Quando la cabina si incendia perchè Alfredo ha voluto proiettare anche in piazza un film comico, Salvatore, dopo aver salvato Alfredo, che per le ustioni al volto rimarrà cieco, prende il suo posto nel rinnovato Cinema Paradiso. Ormai adolescente si innamora di Elena, una ragazza benestante. Chiamato alle armi dopo aver chiesto invano un appuntamento a Elena per salutarla prima di partire, non riceverà nemmeno risposta alle numerose lettere che le invia, regolarmente respinte in caserma. Dopo il servizio militare Salvatore non torna più a Ciancaldo poiché Alfredo gli ha detto che il suo avvenire è altrove e dal paese molti sono emigrati in Germania per lavorare. Passano trent’anni: a Salvatore, diventato un affermato regista, la madre comunica che Alfredo è morto. Tornato al paese trova tutto cambiato…

Amo tutto di quel film, dall’ambientazione alla colonna sonora (Ennio Morricone, credo basti la parola…) alla regia di Giuseppe Tornatore, semplicemente perfetta, alla trama, una splendida storia di amore per il cinema. Un film dove si piange (la scena dove va a fuoco la cabina del Paradiso, che lacrime! 😥 ), ma si ride di cuore (epica la scena in cui Totò, durante l’esame di licenza elementare, ricatta Alfredo: fammi tornare al cinema e io ti passo il compito di matematica, altrimenti niente! 😀 ), per non parlare della stupenda storia d’amore tra Totò e Elena (trovatemi un altro che aspetta la sua amata per 100 giorni sotto la finestra di casa sua, in balia delle intemperie, solo per dimostrarle quanto la ama! ❤ ), che potete ammirare interamente e senza tagli nella versione da tre ore.

“Qualunque cosa farai amala, come amavi la cabina del Paradiso.”

A domani!

Damy85

Ricami con le pavoncelle

Ari-buon pomeriggio a tutti!

Come promesso nel precedente post, dedicato al 30 Day Writing Challenge, scrivo il secondo intervento per mostrarvi le ultime creazioni di mia madre: alcuni centrotavola e una tenda ricamati con le pavoncelle, disegno tipico dell’arte sarda che si può ritrovare anche sulle tazze e le teiere realizzate in Sardegna. Potete trovarle nell’album Varie Ricamo insieme alle altre creazioni realizzate nel corso degli anni.

A domani!

Damy85