30 Day Writing Challenge, #14

Buon pomeriggio a tutti!

Ormai non credo che serva sottolienare che fa caldo, siamo all’inizio della stagione estiva e quest’anno sembra promettere proprio bene! Procedo con la pubblicazione del 14esimo post, prima che il Pc si surriscaldi e inizi a protestare… 🙂

copertina

30 Day Writing Challenge

30-day-writing-challenge

Gli obiettivi

Parla del tuo film preferito, quello che non ti stancheresti mai di vedere.

Il film che amo alla follia, quello di cui conosco a memoria tutte le battute e, cio nonostante, continuo a vedere è Nuovo Cinema Paradiso.

Nuovo_cinema_Paradiso

Nuovo Cinema Paradiso

Cosa amo di quel film? Praticamente tutto! Allora, per chi non lo conoscesse (eddai, ma come fate a non conoscerlo, su!!!), la sinossi è questa, tratta dal sito Coming Soon:

Due anni dopo la fine della II Guerra Mondiale a Giancaldo, un paese siciliano, il cinema è l’unico divertimento. Davanti ad una platea chiassosa, ma anche emotiva, il “parroco-gestore” fa passare sullo schermo celebri film americani e italiani, dopo adeguati tagli di cui si occupa l’anziano Alfredo, il proiezionista, che inizia ai misteri della macchina da proiezione Salvatore, un ragazzino di dieci anni figlio di un disperso in Russia e fanatico frequentatore del cinema. Quando la cabina si incendia perchè Alfredo ha voluto proiettare anche in piazza un film comico, Salvatore, dopo aver salvato Alfredo, che per le ustioni al volto rimarrà cieco, prende il suo posto nel rinnovato Cinema Paradiso. Ormai adolescente si innamora di Elena, una ragazza benestante. Chiamato alle armi dopo aver chiesto invano un appuntamento a Elena per salutarla prima di partire, non riceverà nemmeno risposta alle numerose lettere che le invia, regolarmente respinte in caserma. Dopo il servizio militare Salvatore non torna più a Ciancaldo poiché Alfredo gli ha detto che il suo avvenire è altrove e dal paese molti sono emigrati in Germania per lavorare. Passano trent’anni: a Salvatore, diventato un affermato regista, la madre comunica che Alfredo è morto. Tornato al paese trova tutto cambiato…

Amo tutto di quel film, dall’ambientazione alla colonna sonora (Ennio Morricone, credo basti la parola…) alla regia di Giuseppe Tornatore, semplicemente perfetta, alla trama, una splendida storia di amore per il cinema. Un film dove si piange (la scena dove va a fuoco la cabina del Paradiso, che lacrime! 😥 ), ma si ride di cuore (epica la scena in cui Totò, durante l’esame di licenza elementare, ricatta Alfredo: fammi tornare al cinema e io ti passo il compito di matematica, altrimenti niente! 😀 ), per non parlare della stupenda storia d’amore tra Totò e Elena (trovatemi un altro che aspetta la sua amata per 100 giorni sotto la finestra di casa sua, in balia delle intemperie, solo per dimostrarle quanto la ama! ❤ ), che potete ammirare interamente e senza tagli nella versione da tre ore.

“Qualunque cosa farai amala, come amavi la cabina del Paradiso.”

A domani!

Damy85

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...