Mont’e Prama e il Sinis

Buon pomeriggio a tutti e ben trovati!
Ho il piacere di ritornare sul mio blog, quest’oggi, per raccontarvi di uno dei miei tanti desideri che finalmente, dopo due anni di attesa, si è avverato: domenica scorsa ho potuto fare visita al museo civico Giovanni Marongiu di Cabras, dove sono custoditi alcuni dei famosi Giganti di Mont’e Prama! 😀
La scoperta dell’esistenza di questi meravigliosi giganti in pietra arenaria è stata fatta di recente, circa 40 anni fa nel territorio di Cabras, in provincia di Oristano, con le prime arature profonde. Gli scavi regolari del 1975, 1977 e 1979 rivelarono migliaia di altri frammenti, molti dei quali esposti al Museo Archeologico Nazionale di Cagliari. Gli scavi evidenziarono inoltre che le sculture erano state distrutte e i loro frammenti ammucchiati anticamente sopra una singolare necropoli nuragica. Cosa sia in realtà Mont’è Prama, quale sia il suo reale significato, se lo chiedono tutti da ormai 40 anni. Il lavoro di riconoscimento e ricongiungimento dei vari frammenti ha consentito la parziale ricomposizione di 24 statue di calcare, di cui 6 esposte al pubblico a Cabras e altre 3 in attesa di essere esposte, tutte di sesso maschile e di dimensioni che vanno dai 2.5 ai 3 metri. La maggior parte rappresenta pugilatori, con guantone armato e scudo ricurvo tenuto sopra la testa, e arcieri, rappresentati con tutto l’armamentario, l’arco tenuto a riposo sulla spalla con la mano sinistra e la mano destra aperta in segno di saluto. E’ stata un’autentica emozione ritrovarmi di fronte questi autentici simboli della civiltà nuragica sarda, un’esperienza che mi è rimasta nel cuore e che spero di poter ripetere, magari quando il museo dei Giganti di Mont’è Prama, in fase di realizzazione, sarà definitivamente costruito e i Giganti potranno stare tutti insieme.
L’unica dispiacere che ho avuto è stato il non poter visitare gli scavi, in quella giornata eccezionalmente aperti al pubblico. Peccato davvero… :-/
Il pomeriggio l’abbiamo dedicato alla visita di un altro luogo che desideravo visitare da tempo: la penisola del Sinis. Da piccola avevo visitato Tharros con la scuola e non ricordavo che la penisola del Sinis fosse così bella, con la sua spiaggetta diventata ormai meta consolidata per chi desidera fare kitesurf e parapendio, la torre spagnola che domina tutto il golfo, gli scavi di Tharros e la chiesetta paleocristiana di San Giovanni… Meraviglioso! 😀
Bene, per oggi è tutto. Con calma sul mio account Flickr pubblicherò alcune delle tante fotografie che ho fatto.
Alla prossima!
Damy85

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...