Il ritorno

Buonasera e bentornati sul mio blog!
O forse il “Bentornato” dovrei rivolgerlo a me stessa, visto che son rimasta un mese senza ADSL in casa.
In breve, i fatti sono questi: da sempre ho avuto dei seri problemi con l’ADSL. Fino al 2010 ero cliente Medianet, un’azienda che opera nel Sulcis iglesiente e che offre Internet a costi tutto sommato ragionevoli. Ma i problemi non mancavano: c’era bel tempo e la linea non andava, c’era maltempo e la linea non andava, crescevano gli alberi e si doveva cambiare di posizione l’antenna che riceve il segnale, oppure direttamente sostituirla… Insomma, ho passato un anno infernale (da inizio 2009 fino a marzo 2010), benché nel frattempo sia pure riuscita ad avviare questo blog, ospitato all’inizio su piattaforma Spaces di Microsoft, prima della sua chiusura e il successivo passaggio su WordPress.
Nel Marzo 2010 nella mia zona arriva l’adsl via cavo e per me passare a questa tecnologia è un’autentica liberazione. I problemi si riducono al lumicino e passo degli anni magnifici, dove mi iscrivo ai vari social network che sapete e su cui avvio tutte le mie attività. Questo fino al 2013, quando quell’intelligente del mio vicino, nonostante la presenza sul suo terreno del cavo telefonico volante (e pure provvisorio) che porta la linea a casa mia, cosa fa? Si mette a costruire la sua bella abitazione proprio sotto di esso, senza provvedere a far spostare prima il cavo telefonico e quindi in barba a tutte le leggi di questo Stato. Il risultato? Il cavo ha cominciato a sfregare sui muri della sua bella abitazione fin quando non si è spezzato, a fine febbraio. Abbiamo segnalato, vengono i tecnici a sostituire il cavo e che succede? Quell’intelligente di sua madre si accorge dei lavori e li fa bloccare, col risultato che, a partire dal 2 Marzo, sono rimasta senza linea né telefonica, né ADSL. Completamente isolata, unico punto d’accesso a Internet il mio povero smartphone che ha dovuto fare un lavoraccio, almeno per tenermi collegata a Twitter. Pressoché impossibile dialogare con la Telecom/Tim, varie segnalazioni e solleciti caduti nel vuoto, fino a oggi, che son tornata a Medianet. Se non altro, posso pubblicare queste due righe e riprendere gli aggiornamenti sui vari social. Se non altro, posso ringraziare pubblicamente gli occupanti di [censored] per i danni che mi hanno procurato lasciandomi isolata per un mese. Se non altro, posso ringraziare l’amministrazione comunale di Giba, che quando ha approvato il progetto per il rifacimento dei marciapiedi a Villarios si è “stranamente” dimenticata di far inserire i tubi per i cavi telefonici sotterranei. In compenso però, abbiamo l’impianto del gas, che in questo paese è veramente utile…
Una cosa è certa: sono circondata da vicini intelligenti. E pure provvisti di due lauree, pensate un po’!

Damy85

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...