Genova, le nubi e i “pio-pio”!

7 Gennaio 2010.
Così dovrebbe essere datato in realtà questo post. E dato che non ho possibilità di pubblicarlo prima, ed essendo possibile modificarne la data, lo scrivo qui.
Sono arrivata da un quarto d’ora circa in albergo ed è come tornare a casa. Questo posto, lo posso ben dire, lo conosco come le mie tasche. Genova, quartiere Sturla, via dei Mille. Questa è la mia casa.
Il viaggio è stato roccambolesco ancor prima di uscire di casa: mentre mio padre chiudeva la valigia, non so come abbia fatto ma è saltata la chiusura (che già era inaffidabile, poiché la valigia aveva giusto qualche anno!). E così siamo stati costretti a cambiarla, in fretta e furia, prima che arrivasse il taxi per portarci all’aeroporto.
Il viaggio, tutto regolare. A parte la nebbia agli irti colli che ci ha risucchiati sulla strada per Villamassargia… Non si vedeva a un palmo dal naso, ci siamo ritrovati da Carbonia a Cagliari senza accorgercene.
Io avevo un’ansia infinita: non per il fatto che dovevo riprendere l’aereo dopo cinque anni che non ci salivo (senza considerare che ero da 10 che non facevo il “doppio volo”), ma per il fatto che avevo il portatile appresso. La prima volta che mi prendo dietro il mio Acerino, che tanto -ino non è! Cinque chili buoni buoni di peso, considerando anche che la sua borsa pesa giusto un chilo e mezzo…
Alla fine siamo arrivati a Roma, dopo aver attraversato una leggera coltre di nubi, che sembrava di passare su una strada piena di sassi. Scalo forzato, il volo diretto non c’è più da una vita. L’aereoporto l’ho trovato parecchio cambiato, infatti la prima cosa che abbiamo fatto è stata… perderci! Colpa mia, lo ammetto, che ho letto male la carta d’imbarco. Siamo finiti sul gate per gli internazionali… E io che cercavo l’uscita C19!  Abbiamo dovuto perfino cambiare compagnia aerea: la prima volta che salivo su un volo diverso dall’Alitalia… E adesso capisco perchè ho sempre volato con la compagnia di bandiera. Quell’aereo (che all’inizio credevo fosse di quelli piccoletti che piacciono tanto a babbo, ovvero i “pio-pio”) faceva più casino che altro: quando muoveva le alette per cambiar rotta sembrava che avesse bisogno di un po’ d’olio… Altro che Airone!
I miei dormono… Son proprio crollati! La scarpinata a Fiumicino deve averli sfiancati un po’…
L’arrivo all’aeroporto di Genova è stata la vera sorpresa: la zona per il ritiro dei bagagli non ha subito il più piccolo cambiamento. Uguale, stessi nastri trasportatori, stesso cigolio, stessi deficienti che anzichè prendere le valigie e poggiarle con le mani le lanciano direttamente… Cambio zona, arrivo all’uscita… e mi prende un colpo! Che fine ha fatto l’aeroporto che io conoscevo??? Sparito???
Beh, quello si saprà solo al ritorno…
Ora voglio solo pensare a riprendermi un bel pezzo del mio passato… E del mio futuro.
Alla faccia di quelle nubi che non promettono belle cose, sul cielo ligure. La mia casa, alla faccia dei miei compaesani, che a casa proprio non mi ci hanno mai fatto sentire. E anche di quelli che pensavano che qui non ci sarei mai più passata: forse hanno fatto male i loro conti…
Ora so che fine ha fatto quell’aeroporto che ho conosciuto da bambina, sempre affollato, pieno di gente… quello che ne è rimasto è un’esile traccia, l’aeroporto di Genova sembra il fantasma di se stesso. Poca gente, quasi nessuno…
Ma non importa, quello che mi interessa è che ora sono a casa (in Sardegna) e che presto riprenderò in mano la mia vita.
Alla faccia di chi mi vuole male, di chi non mi ha fatto mai sentire di questo paese e di quest’isola.
Damy85 (da oggi conosciuta come “Atzeni no pesce”…)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...